Blog posts

Cosa portare per un viaggio all’avventura

Cosa portare per un viaggio all’avventura

Travel Blogger

Cosa portare per un viaggio all’avventura : accessori e ‘mood’ per viaggiatori come me

Molto spesso mi capita di partire senza nemmeno una meta. E vi confesso un segreto, i viaggi che cominciano senza un percorso organizzato sono quelli che preferisco. Appena esci dalle rotte conosciute, non sai mai cosa potrai trovare e ti godi davvero ogni singolo attimo della tua esperienza. Comincia tutto quasi per caso, esci dall’autostrada, imbocchi una via statale e guidi seguendo l’istinto, lasciandoti ispirare dai colori del cielo, dai nomi dei paesi che compaiono sui cartelli.

In tutti questi mesi di Italia Nascosta di esperienze come queste ne abbiamo fatte molte. E spesso mi avete chiesto : cosa portare per un viaggio all’avventura ?

Anche se spesso ci inoltriamo per sentieri nel bosco e praterie, i nostri non sono dei ‘safari’, quindi non sono necessari degli equipaggiamenti particolarmente complessi. Vi elenco tutto quello che porto sempre con me e che non dovrebbe mai mancare nemmeno a voi.

1. Vestiti a strati

Indipendentemente dalla stagione, quando viaggio senza una meta non posso sapere se mi troverò nel mezzo di una radura sotto il sole o sulla cima delle montagne. Quindi è importante avere sempre con noi dei vestiti da poter mettere sopra a ciò che stiamo indossando qualora la temperatura della nostra destinazione sia più fredda del previsto. Ci capita spesso di partire con una temperatura e trovarne – alla meta – una anche molto differente. Come accadde andando a inizio primavera da Venezia (16 gradi) a Sauris (-1 gradi). 15 gradi di escursione termica possono mettervi davvero fuorigioco. Quindi, siate sempre attrezzati.

Cosa portare per un viaggio all'avventura
Sauris di sotto : con Sebastiano Crivellaro, maestro affinatore. Sembro bello gonfio perchè sotto indosso maglietta – camicia – maglione – e sopra una giacca

2. Cellulare carico e batteria aggiuntiva

Considerando la durata ‘standard’ del mio telefono, sarebbe impossibile fare dirette e video se non mi portassi sempre dietro una batteria aggiuntiva, in modo da potermi ‘alimentare’ anche quando sono lontano dalla macchina. Un buon ‘power bar’ da 5200 ampere è sufficiente per garantirmi una giornata di foto e scatti. Se il vostro viaggiare non è finalizzato alle foto è comunque bene garantirci una carica di lunga durata, senza dover fare affidamento al caricatore della nostra vettura.

Pitigliano raccontato in una diretta facebook. Senza batterie aggiuntive non riuscirei mai.

Per due motivi : prima di tutto la carica è lenta e incostante. Secondo, se per qualche motivo la batteria dell’auto dovesse esaurirsi, non saremmo neanche in grado di farci soccorrere…!

3. Un cappello

Potreste trovare un forte sole, potreste trovare un forte vento, potreste aver bisogno di qualcosa per ripararvi la testa da un acquazzone improvviso : un cappello è sempre un accessorio utile da avere con sé e tirare fuori a seconda dell’occorrenza.

Tra Pozzuoli e Napoli, guardando l’orizzonte, con il mio amato Panama in testa

4. Mappe sullo smartphone

Le mappe di Google per me sono fondamentali : la possibilità di consultarle è un’ottima traccia per tutti i nostri viaggi, anche quelli che più si spingono in territori ‘selvaggi’ quali boschi e parchi. Con la vista del satellite riesco a capire prima cosa aspettarmi in una determinata zona.

cosa portare in un viaggio all'avventura
(Cascate del Salabrone-Pelicotonno a Farnese nel Lazio) Senza le mappe satellitari non avrei mai trovato la strada

5. Meteo sullo smartphone

Soprattutto nelle mezze stagioni può capitare di mettersi in macchina, partire con il bel tempo e ritrovarsi sotto un diluvio da film apocalittico. Succede. Però può rovinare il viaggio. Meglio avere tutto sotto controllo controllando sole e nuvole.

Valcamonica : grazie agli aggiornamenti sul meteo in tempo reale evitiamo per un soffio il nubifragio

5. Una buona ‘chiacchiera’

Se cercate una destinazione, se volete scoprire se esiste qualcosa di interessante da vedere nel luogo dove vi trovate, dovete chiedere alle persone che incontrerete lungo la strada. Le persone del posto sono una fonte inesauribile di conoscenza e potranno indicarvi sempre qualcosa in più di quello che potreste trovare su un sito web (fatta eccezione per il nostro ovviamente..:P). Non stancatevi mai di parlarci e conoscere le loro storie. Anche questo è parte del viaggio.

Quasi tutto quello che so di Sauris lo devo a questa splendida coppia. (Pa Mairlan, Sauris di Sopra)

6. Una macchinetta fotografica

Le foto fatte con il cellulare sono bellissime e per Instagram vanno più che bene. Ma se vorrete cogliere un riflesso, un gioco di luci, un panorama particolarmente ampio, probabilmente avere con voi una compatta o – meglio ancora – una reflex, vi sarà di grandissimo aiuto.

Valle del Mis
Sospirolo (Veneto) – Senza la mia reflex non sarei mai riuscito a fare uno scatto come questo

7. Acqua e miele

Portate sempre con voi un po’ d’acqua. Ci sono zone (in particolare sulle montagne) dove spesso ci si può imbattere in lunghi tratti stradali senza alcun tipo di attività commerciale. Ovviamente non morirete mai di sete, però vi godrete molto di più il viaggio con una scorta d’acqua sufficiente per tutte le esigenze. Ugualmente è sempre utile avere del miele, per contrastare un calo di zuccheri, fame improvvisa o debolezza per una lunga camminata imprevista.

Valle del Mis
Cadini del Brenton – Valle del Mis. Una fonte d’acqua inesauribile

8. Una buona compagnia o una buona nostalgia

Viaggiare da soli permette di ritrovare sé stessi. Spesso quando si viaggia da soli di viaggi se ne fanno addirittura due, uno nei posti che visitiamo ed uno dentro di noi.  Bellissimo. Però – personalmente – preferisco la possibilità di chiacchierare, scambiare idee sul percorso e condividere il ricordo del viaggio con una persona cara. E’ tutta un’altra cosa.

Bene, ora che vi ho svelato cosa portare per un viaggio all’avventura non mi rimane che salutarvi, in attesa di vedere anche le vostre foto e le storie dei vostri viaggi.

About the author

2 Comments

  1. Tomasz
    1 giugno 2017 at 20:27
    Reply

    Ciao, vi seguo da qualche tempo. Mi piacciono molto vostri viaggi. Anche me, mi piace tanto viaggare sensa una programma. Adesso le faccio quasi tutti con pullman. Scelgo solo dove piu meno voli andare e poi tutto improvviso. È dà vero si può scoprire molto di più. Vi saluto.

    • ItaliaNascosta
      7 giugno 2017 at 22:50

      Grazie Tomasz!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *