Blog posts

Gaeta : la guida completa

Gaeta : la guida completa

Itinerari, Lazio

Gaeta è un paese bellissimo, tanto bello quanto probabilmente sottovalutato. Non se ne parla molto di Gaeta, almeno non quanto si dovrebbe. Eppure questa bellissima località di mare del litorale laziale non ha davvero nulla a che invidiare a località molto più blasonate e pubblicizzate. Visitando la parte Medioevale di Gaeta troverete sicuramente molte analogie con la Costiera Amalfitana, o con Ischia. Eppure di Gaeta si parla troppo poco. Ed è un vero peccato. Ma andiamo con ordine.

 

Informazioni Generali

Cosa Vedere a Gaeta

Dove Mangiare

Come Arrivare

Le spiagge di Gaeta

Video di Gaeta

Gaeta : informazioni generali

Gaeta ha una conformazione molto particolare ; si sviluppa sulla costa con una forma appuntita che somiglia ad una cornucopia . Per questo motivo è bagnata dal mare su due diversi versanti tra di loro opposti. Con un effetto davvero divertente : ti muovi in direzione opposta al mare e – caminando – ti ritrovi nuovamente il mare davanti. I lati di questa figura delimitano anche le aree caratteristiche ed interessanti di Gaeta. Queste sono : il versante sud, con i suoi 10 chilometri di spiagge il Lungomare Caboto davanti alla Secca Colonna a nord e Gaeta Medioevale nella punta est

Gaeta : cosa vedere

Gaeta ovviamente non è solo mare. Anzi. L’arte, la storia e la tradizione che potrete trovare tra i suoi vicoli vi conquisteranno senza dubbio. Vediamo assieme alcune idee di tour di Gaeta da fare durante il vostro soggiorno.

Gaeta Medioevale

Vi consigliamo di iniziare il vostro tour da Piazza Caboto, salire sulla Via Angioina dove incontrerete, dopo pochi tornanti, lo splendido Tempio di San Francesco, che domina il paese. Un posto davvero meraviglioso per fare qualche foto e rilassarsi.

Gaeta : la guida
Lo splendido Santuario di San Francesco

 

Proseguendo il giro tra vicoli stretti, splendide case ed alberi di limoni potrete ammirare da vicino la vista del Campanile di San Erasmo che svetta con i suoi 44 metri di altezza , altro posto ideale per una foto.  L’influsso della cultura arabo-normanna è davvero evidente e conferisce al monumento un fascino davvero particolare.La spettacolare terrazza con il Campanile ed il golfo sullo sfondo è un luogo che – specie sul calare della sera – diventa molto romantico.

Proseguendo potrete arrivare al Castello Angioino-Aragonese. Questo doppio nome non è un caso, poichè il castello si sviluppa in due entità indipendenti, una legata al periodo degli Angiò e l’altro a quello degli Aragonesi. Il tutto in una imponente superficie di oltre 14.000 metri quadrati ed oggi è sede di uffici della Pubblica Amministrazione ed una scuola di allievi della Guardia di Finanza.

Lo splendido Castello Angioino-Aragonese, nascosto tra gli alberi

Andando oltre il Castello lasciatevi conquistare un’altro po’ dalla splendida vista del mare prima di scendere nuovamente in piano e raggiugere la Piazza San Gelasio, dove si trova il Duomo di Gaeta, del quale abbiamo già avuto modo di ammirare dall’alto il Campanile.

Perchè fa bene viaggiare
Gaeta Medioevale : guardando il panorama insieme a Veronica. La nostra amica Sara cattura un attimo indimenticabile.

Parco Monte Orlando

Per gli amanti della natura e della storia, questa splendida riserva naturale ha diversi luoghi interessanti e merita una visita. Si comincia con il Mausoleo di Lucio Munazio, uno dei generali più famosi della Romanità. Il nome forse può dire poco, pensate però che fu proprio lui a pensare per il primo Imperatore di Roma – Ottaviano – il nome di Augusto. Proseguendo il giro arriveremo poi al Santuario della Santissima Trinità, edificato dai Benedettini, che vi colpirà per l’atmosfera di pace e ‘sovrannaturale’ che si prova. Scendendo ancora da non perdere la visita alla Grotta del Turco (l’accesso è a pagamento).

Gaeta : la guida

Il Lungomare Caboto

Ben altra atmosfera ci offre Gaeta davanti alla Secca Colonna lungo il Lungomare Caboto, Una passeggiata ben curata ed elegante, alla quale è possibile alternare Via Indipendenza ed  i vicoli attigui che tanto ricordano quello che si può trovare – ad esempio – ad Atrani nella Costiera Amalfitana.

Un aperitivo elegante guardando il mare, attendendo il tramonto, può essere la eccellente conclusione di una giornata a Gaeta.

Gaeta : dove mangiare

Ristorante La Salute

Il ristorante più antico di Gaeta si trova nella Gaeta Medioevale, serve un ottimo pesce e si contraddistingue per la cortesia e simpatia del proprietario, capace proprio di farti sentire a casa. Un ottimo indirizzo. Nei weekend estivi è consigliata la prenotazione. Ditegli che vi mandiamo noi, vi tratteranno sicuramente bene ! Indirizzo e telefono : Lungomare Giovanni Caboto 1. Telefono : 0771 901997

Gaeta : come arrivare

Arrivare a Gaeta In auto

Si può arrivare a Gaeta uscendo dall’A1 in località Cassino. A questo punto occorre prendere la SR630 e poi la via Flacca verso Formia-Gaeta. Un’alternativa per chi viene da Roma è quella di seguire la Via Appia (ss7) e poi la via Flacca. Ci vuole più tempo ma il panorama è davvero splendido. Viaggiare in auto chiaramente conviene per raggiungere le spiagge fuori dal paese.

Arrivare a Gaeta In treno

La stazione Gaeta-Formia è raggiungibile grazie ad un ampio numero di treni regionali provenienti da tutte le direzioni. Una volta alla stazione la rete di autobus locali permette di raggiungere abbasatanza facilmente la meta desiderata.

Extra : Le spiagge di Gaeta

Le sette spiagge di Gaeta danno il benvenuto ai visitatori provenienti dalla Via Flacca ben prima di arrivare nel paese. Queste spiagge si alternano subito dopo Sperlonga e sono davvero una più bella dell’altra ed ognuna con delle caratteristiche particolari. Vediamole assieme una per una.

Piana di Sant’Agostino

La spiaggia più lunga, la prima che si incontra proveniendo da Sperlonga. L’ideale per chi ama lunghe passeggiate sulla riva o il free climbing, possibile sul vicino Monte Moneta. Confermata Bandiera Blu anche per il 2017

La spiaggia di Sant’Agostino, la prima venendo da nord e più lunga

Spiaggia di San Vito

Una spiaggia tanto bella quanto inaccessibile per chi non soggiorni nelle strutture adiacenti. Tutti gli spazi sono infatti ad uso esclusivo degli hotel. L’unica alternativa è venire ‘via mare’. Ed è un peccato, visto il fondale splendido, le grotte naturali e le possibilità di fare immersioni subacquee.

La Spiaggia di San Vito, bella ma inaccessibile se non si passa per le strutture ricettive locali

Spiaggia Arenauta

La seconda spiaggia per estensione, delimitata a Sud dalla Torre Le Scissure, quella dell’Arenauta mantiene ancora un po’ del fascino selvaggio di questa terra, con la possibilità di accesso per tutti (attenzione : non è necessario passare per hotel ma gli stabilimenti balneari sono praticamente ovunque e spuntano a vista d’occhio). In questa spiaggia è possibile praticare anche il naturismo, nella sua parte più a sud.

La Spiaggia dell’Arenauta, seconda per estensione

Spiaggia dell’Ariana  

Una piccola spiaggia, protetta dal vento, che anche per il 2017 si conferma Bandiera Blu. Il weekend diventa abbastanza impraticabile (specie durante il mese di Agosto), visto l’alto numero di presenze. Ma nei mesi meno caldi o visitata durante le pause infrasettimanali vi riempirà senza dubbio di soddisfazioni.

La splendida Spiaggia dell’Ariana

Spiaggia dei 40 Remi

La nostra zona preferita. Raggiungibile esclusivamente via mare (da qui il nome) è probabilmente la zona più riservata e dove il contatto con la natura è maggiore. Il vicino Pozzo del Diavolo, una grotta ideale per le immersioni, lo rende un luogo ancor più affascinante.

La nostra preferita, raggiungibile solo via mare.

Spiaggia di Fontania

Oltre ad essere molto bella questa spiaggia ci permetterà di ammirare i ruderi di quella che fu un tempo la dimora di Gneo Fonteo, console Romano (da qui il nome della spiaggia). Una vera oasi di pace e tranquillità dove, anche nei mesi estivi, non si trovano troppe presenze.

La spiaggia di Fontania che ci riporta nell’antica Roma…

Il motivo ce l’ha spiegato un abitante di Gaeta. Chi viene da fuori solitamente va nelle spiagge più a nord (quelle delle quali vi abbiamo parlato finora). Molte persone di Gaeta rimangono sulla più vicina spiaggia del Serapo… di conseguenza, Fontania si ritrova sempre abbastanza libera. Probabilmente la nostra preferita per chi viaggia con bambini o vuole un’esperienza di mare più ‘ da spiaggia’.

Spiaggia del Serapo

Ultima spiaggia di Gaeta, che si collega direttamente alla sua parte più medioevale, questa spiaggia è caratterizzata da spazi davvero ampi che ricordano un po’ la California. Il mare è pulito e tutto è molto ordinato. Probabilmente la migliore soluzione per chi vuole godere il mare e muoversi a piedi senza allontanarsi dal paese.

La spiaggia di Gaeta che tanto ricorda la California

 Il Video di Gaeta

About the author

1 Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *