Blog posts

Mete per una gita nel centro Italia a Marzo

Mete per una gita nel centro Italia a Marzo

Magazine

Tre mete per una gita nel centro Italia

Buongiorno Amici ! Se avete deciso di utilizzare il prossimo finesettimana o un giorno libero per una gita nel centro Italia a Marzo, non perdetevi la nostra selezione di mete per una gita nel centro italia di oggi. Oggi vi parliamo di tre interessantissime destinazioni nel centro Italia per una giornata (o un weekend) all’insegna del relax, della bellezza e del buon cibo.

Tuscania

Abbiamo scoperto Tuscania quasi per caso (come sempre accade nei nostri viaggi), dopo essere usciti dalla statale Aurelia per tuffarci nell’hinterland dell’alto lazio. E’ stata un’esperienza davvero eccellente : Tuscania è un piccolo gioiello e vi regalerà delle grandi emozioni. Il nostro consiglio è di fermarvi per l’intera giornata o, se avrete meno tempo, visitarla prima del tramonto. Da queste parti infatti il calare del sole crea con i monumenti circostanti dei colori splendidi. Una passeggiata all’interno del borgo è decisamente consigliata.

Idea di itinerario :

Il centro storico tra le mura è splendido e vale la pena una passeggiata lungo il centro storico con visita alle varie chiese circostanti (Chiesa Romanica di San Piero, il Duomo e la Chiesa Romanica di Santa Maria Maggiore). Il percorso però più affascinante dal punto di vista paesaggistico consiste nel partire da Piazza Trieste, percorrere Via Roma (visitando i vari monumenti, la Fontana dalle Sette Cannelle etc,) ed arrivare al parco Torre di Lavello. Da qui, quando tramonta il sole, potrete godere di questa vista splendida che vedete in foto.

San Gregorio da Sassola

A due passi da Roma si trova questo piccolo paese, caratterizzato da uno splendido castello (Castello Brancaccio) che, visto da lontano, vi farà davvero pensare di essere entrati in un libro delle fiabe. La particolarità di San Gregorio è che di fatto ha due distinti centri storici, uno legato al Castello, ai suoi vicoli ed alle tante botteghe artigianali legate al territorio ed un secondo più ‘in alto’, verso la collina, dove potrete ammirare la splendida Chiesa della Madonna della Cavata, risalente al 1.500.

Notevoli anche gli acquedotti romani : probabilmente sono tra i più belli ed importanti del Lazio e – stranamente – la storia sembra averli dimenticati (a tal punto che , su questa vicenda, ci si interroga addirittura dal 1.600). Il Castello Brancaccio rimane a nostro avviso il pezzo forte della visita.

Idea di Itinerario :

Il nostro consiglio è di lasciare la macchina nel parcheggio davanti al Castello Brancaccio, crocevia tra i due diversi ‘centri storici’ e salire verso il centro storico ‘esterno’ al castello, con la Chiesa della Madonna della Cavata.  Dopodichè tornate indietro e ‘perdetevi’ per i vicoli del borgo nato dentro (o dietro) al castello.  A questo proposito : il castello è difficile da visitare (viene aperto solo in rare occasioni, ad esempio le sagre locali), però se sarete fortunati nel trovarlo aperto, qui una visita è davvero esperienza eccezionale.

Arpino

Scendendo più a sud, in provincia di Frosinone sorge Arpino, un piccolo gioiello che dette i natali ad illustri personaggi quali Cicerone, Caio Mario, Marco Vipsanio Agrippa, Giuseppe Cesari (detto Il Cavalier d’Arpino) solo per citarne alcuni. In questo delizioso comune sorge l’Acropoli Megalitica più famosa del centro Italia, con il celebre Arco a Sesto Acuto, opera di ingegneria dell’età del ferro. L’acropoli si trova nella parte alta del paese (cosiddetta Civita Vecchia). Se vi muovete via auto fate attenzione ai vicoli per salire in cima al paese, alcuni sono particolarmente stretti e bisogna prestare attenzione. Quella dell’Acropoli è una passeggiata davvero molto piacevole perché – oltre al fascino della storia – si abbina anche il contatto con la natura rigogliosa della zona. Ideale per ossigenare i polmoni e scoprire qualcosa in più della storia del Lazio in età pre-romana.

Idea di itinerario :

Lasciate la vostra macchina ‘fuori porta’ e spingetevi verso il centro del paese. La piazzetta e le chiese di Arpino sono molto gradevoli, noterete come la vita sembra davvero scandita dal rintocco della campana che suona immutata da almeno cento anni. Interessanti anche le attività artigianali locali. Dopodichè potete riprendere la macchina e salire a Civita Vecchia dove ammirare l’Acropoli.

Per qualsiasi domanda su queste mete per una gita nel centro italia, su consigli su dove mangiare, dove dormire o altre cose da vedere, potete contattarci in qualsiasi momento.

About the author

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *