fbpx

L’Autunno è una stagione che con i suoi colori ed i suoi sapori mi conquista. Da sempre. E’ per questo che – ogni anno – cerco di trovare posti dove poter vivere appieno la magia di questa stagione (che – non vorrei sembrare banale – diventa sempre più difficile capire quando inizi davvero). Così ho scoperto il Giardino delle Zucche.

Studiando un po’ tra i tanti appunti di viaggio e rileggendomi i messaggi del nostro amato pubblico, la mia attenzione è caduta sul Giardino delle Zucche Pumpkin Patch di Pignataro Maggiore.

La prima cosa a colpirmi è stata la sua latitudine. Nel mio immaginario ho sempre considerato la zucca un prodotto tipicamente del nord e mai avrei collocato un giardino delle zucche a sud di Roma. La storia mi ha talmente incuriosito che ho deciso di saperne di più e così abbiamo organizzato la nostra visita di questa particolarissima struttura. E di cose ne ho scoperte davvero parecchie. Ma andiamo con ordine.

Il Giardino delle Zucche è a circa un’ora e venti da Roma, a poca distanza dal casello di Capua, nei pressi di Pignataro Maggiore.  La storia di questo Giardino è legata a doppio filo a quella dei suoi abitanti. Infatti il giardino – nonostante la sua importante superficie – altro non è che il giardino di casa di una famiglia italo-americana (mamma del Connecticut, papà campano) che è riuscita – con passione ed amore – a riproporre qui da noi un vero e proprio pezzetto di America.

Isabelle e Veronica al Giardino delle Zucche

Ci tengo a dire famiglia, perchè qui il concetto di appartenenza si avverte moltissimo. La cosa incredibile è che l’idea di ricreare quello che in America è chiamato Pumpkin Patch, è nata quasi per gioco qualche anno fa. Oggi – ogni autunno – la struttura si avvale di oltre 40 dipendenti per accogliere al meglio migliaia di famiglie e scolaresche un po’ da tutta italia.

Cosa si può fare al Giardino delle Zucche

Isabelle e le zucche

Questo giardino è il posto migliore per festeggiare l’Autunno (ancor prima di Halloween…!) e scoprire qualcosa di più su questo incredibile prodotto che è la zucca ed il suo enorme numero di varietà differenti.

Oltre a veri e propri percorsi formativi che spiegano le proprietà della zucca, grandi e piccini possono divertirsi ad intagliare e decorare una zucca in puro stile americano, proprio come si fa – negli States – nel periodo che intercorre tra i primi di Ottobre e il Giorno del Ringraziamento.

Trovano spazio anche temi particolarmente importanti dal punto di vista sociale, quali il contrasto al bullismo e l’accettazione della diversità, presentati attraverso una serie di installazioni grafiche.  E poi – ovviamente – si possono fare tantissime foto ; la location è il posto ideale per realizzare qualche scatto a tema autunno.

Non solo zucche

Sempre qui al Giardino delle Zucche ho riscoperto la bellezza di fiori come i crisantemi. Da sempre associati qui da noi (purtroppo) esclusivamente al culto dei morti e per questo un po’ stigmatizzati. Il crisantemo è invece un fiore meraviglioso. Che bello sarebbe vederlo di più in giro..!

il giardino delle zucche

Ma non solo : qui al Giardino delle Zucche ho potuto scoprire una varietà molto particolare di mais, il Glass Gem Horn. Una pianta davvero incredibile, dal momento che i suoi semi assumono delle colorazioni particolarissime, color arcobaleno. Per la gioia dei più piccoli (ma anche dei più grandi) , il Giardino delle Zucche ha realizzato un enorme labirinto all’interno di un campo di questo mais. Per ore ed ore di divertimento assicurato.  Inoltre è anche possibile acquistare zucche dipinte, zucche ornamentali e per la cucina.

Giardino delle Zucche : quando andare

Il Giardino delle Zucche è aperto esclusivamente di autunno nei weekend. E’ consigliata sempre la prenotazione, perchè l’affluenza ormai è davvero notevole. In particolare per questa stagione, vi segnalo l’apertura straordinaria nei giorni 1, 2 e 3 Novembre prossimi ; l’ultima occasione del 2019 per poter ammirare questo luogo meraviglioso.

Giardino delle Zucche : come arrivare

il giardino delle zucche

Raggiungere il Giardino delle zucche è molto semplice : sia che veniate da nord che da sud è sufficiente prendere la A1 fino all’uscita Capua. Dall’uscita troverete dei simpatici segnali a forma di zucca che vi guideranno fino all’ingresso in località Pignataro Maggiore. Buon divertimento !