fbpx

Mercatini di Natale : guida 2019

| |

Tra le tante tradizioni delle feste che amo, quella dei mercatini di Natale è una delle mie preferite. Nel corso degli anni i mercatini sono cresciuti molto, ma quali sono i più belli?? In questo articolo vi racconto quelli che ho visto con i miei occhi e che secondo me meritano una visita anche quest’anno

Mercatino di Lazise (Veneto)

Adagiato sulle rive del Lago più grande d’Italia, le bancarelle di Lazise sono uno dei mercatini natalizi più particolari di tutto il Veneto. A tal proposito, sono stati inseriti anche tra i 5 più bei mercatini nei dintorni di Verona in questo recente post del magazine online di Expedia Explore. Il motivo secondo me è molto semplice: in questo mercatino si respira il fascino di una location di Montagna stando al tempo stesso sulle rive di un lago. Un’accoppiata particolarissima che permette di spaziare tra mood molto differenti tra loro. Ogni anno il mercatino di Lazise si riempie con oltre 100 bancarelle che animano la zona di Corso Vittorio.

Mercatini di Vipiteno (Trentino Alto Adige)

Impossibile non citare uno dei mercatini storici del nord Italia, anzi, potremmo dire del nord che più nord non c’è. In questo elegante ed ordinatissimo comune dell’Alto Adige, ultimo che si incontra prima di attraversare il Brennero e trovarsi in Austria, tutto diventa una fiaba nel periodo delle feste. Prodotti tipici, ottimi formaggi e latte (il famoso latte fieno stg), presepi intagliati e tanti prodotti artigianali sono esposti lungo le antiche stradine di Vipiteno, una più bella dell’altra.

Mercatini di Sauris (Friuli Venezia Giulia)

Spostandoci in Friuli Venezia Giulia non posso non citare i meravigliosi mercatini di Natale di Sauris di Sopra. In questo piccolo borgo al confine con il Veneto potrete gustare alcuni tra i migliori formaggi di malga prodotti in Italia, moltissime specialità affumicate (dal prosciutto alla birra, fino alla trota, pescata nei locali fiumi). Il tutto in un clima sempre allegro e di festa, complice anche l’incredibile ospitalità di questa terra, della quale vi ho parlato già varie volte in passato.

Mercatini di Arezzo (Toscana)

Ci spostiamo nel centro Italia adesso per parlare dei mercatini del paese già famoso per la Giostra del Saracino, nonché capoluogo ‘storico’ della Valdichiana. Ad Arezzo infatti, già da qualche anno, viene realizzato il Mercatino di Natale Tirolese…più grande d’ Europa. Hanno voluto fare le cose in grande qui in Toscana, superando per dimensioni qualsiasi altro concorrente ‘originale’. Mi sono girato il mercatino di Arezzo in lungo ed in largo per capire se si trattasse solo di una brutta copia o di qualcosa che avesse mantenuto lo spirito originale del Mercatino di Natale del nord.

E devo ammettere che – complice anche un freddo non indifferente – quando sei per le vie di questo mercatino sembra davvero di essere in Sud Tirolo. Come Italia Nascosta saremo presenti anche all’edizione 2019-2020, quindi continuate a seguirci sui nostri canali perché, durante il periodo delle feste, lo potremo ammirare insieme dal vivo).

Mercatini di Greccio (Lazio)

Questo piccolo borgo della Sabina è noto perchè qui ha visto la luce il primo presepe della storia, ad opera di San Francesco. Un Borgo davvero particolare, impossibile da non citare. Qui, nella piazza principale del paese, ogni anno viene realizzato un bellissimo mercatino di Natale. Circa una trentina di piccole bancarelle riempiono la piazza di prodotti autentici spesso collegati ad interessanti iniziative solidali. Tra specialità della Sabina e della Tuscia si respira un’atmosfera magica qui a Grecia. Una destinazione davvero da non perdere.

Mercatini di Borgo Egnazia – Savelletri (Puglia)

A due passi dal mare ecco un altro mercatino davvero da non perdere. Lo segnalo in questa guida dei mercatini di Natale perchè è davvero differente da tutti gli altri. Sarà la complicità di un clima mite come pochi ne abbiamo incontrati ; saranno i colori del mare o i prodotti tipici. O magari semplicemente il bianco della pietra che va da Alberobello ad Ostuni, passando per Polignano a Mare ed anche per questo piccolo borgo . Però qui l’inverno sembra davvero non esserci mai. E questo si rispecchia anche nell’offerta dei prodotti enogastronomici (burrata, verdure, lampascioni e le imperdibili orecchiette) e nell’artigianato tessile (tantissimo cotone, seta, ottimi prodotti in canapa e lino, pochissima lana).

Mercatini di Erice (Sicilia)

Nel versante occidentale della Sicilia la splendida cornice di Erice fa da sfondo ad uno splendido mercatino. Dico splendido perchè qui le tradizioni del nord e del sud sembrano fondersi, creando una combinazione davvero particolare e che di solito difficilmente troveremmo altrove. E così puoi ritrovarti ad assaggiare un ottimo formaggio stagionato accompagnato da una marmellata di agrumi buona come solo qui sanno fare. Senza contare l’ottimo olio prodotto nella zona e le tante specialità di grani antichi, a partire dal celebre Senatore Cappelli.

Previous

Dove andare a Capodanno : dieci mete da non perdere

Val di Chiana, la guida

Next