Monopoli : la guida

| | ,

L’incontro con Monopoli è stato del tutto fortuito. Era una mattina di Maggio e stavamo andando nel Salento per un’attività di promozione turistica. Come raramente accade, eravamo in anticipo sulla nostra tabella di marcia di mezza giornata. E così abbiamo deciso di fermarci in questa cittadina costiera della provincia di Bari, adocchiata semplicemente nei cartelli stradali mentre guidavo. Intendiamoci : di nome già la conoscevo, ma non avevo idea della meraviglia che – quella piccola sosta momentanea – ci avrebbe regalato, a tal punto da spingermi a tornarci nuovamente nel giro di poche settimane ed a scrivere una guida di Monopoli. Ma andiamo con ordine.

Monopoli: la sua storia (molto in sintesi)

La città di Monopoli ha origini davvero antiche. Qui i Messapi, avevano costruito una fortezza tra le più imponenti del mediterraneo già nel IX secolo avanti Cristo. Se ve lo state chiedendo, i Messapi erano una delle tribù di origine balcanica (probabilmente Illiri) che in epoca pre-Romana vivevano in Puglia. I Romani, comprendendo l’importanza strategica della zona, ne fanno un centro prevalentemente militare. Durante il Medioevo, Monopoli gode di una discreta fortuna, costituendo un punto di partenza per le Crociate, nonchè il più importante porto a metà tra le città di Bari e Brindisi. Saranno poi Angioini, Aragonesi e Veneziani a contendersi nel tardo medioevo il controllo della città (celebre l’assedio di Monopoli da parte della flotta Veneziana, datato 1495). Una curiosità : l’Impero Ottomano non volle mai attaccare direttamente Monopoli, perchè riteneva le sue mura ed i suoi sistemi difensivi estremamente pericolosi. Monopoli fu sempre più facile conquistarla con la politica che con le armi, così come accadde con Carlo V di Asburgo, al quale la città passò in modo pacifico nel sedicesimo secolo. Sarà poi la volta della dominazione Borbonica, e della successiva annessione al Regno d’Italia, a portare Monopoli ai giorni nostri.

Monopoli : cosa vedere

Se le zone più periferiche della città ricordano quelle di una qualsiasi moderna città di mare, spostandoci verso la città vecchia potremo scoprire il fascino autentico di questo gioiello. Mura bianchissime e scorci antichi, perfettamente tenuti e valorizzati, fanno pensare di essere entrati – senza preavviso – in un’altra città. La Porta di accesso a questo mondo antico è stata per me Piazza XX Settembre, un vero e proprio spartiacque tra vecchio e nuovo. Ed è da qui che vi consiglio di partire. Prendere per Largo Vescovado e proseguite per Via della Cattedrale ; da qui arriveremo al primo punto di interesse della città.

Basilica Pontificia Concattedrale di Maria Santissima

La Cattedrale di Monopoli

Il luogo dove sorge la Basilica era sacro molto prima del Cristianesimo. Qui infatti sorgeva un tempio pagano già durante l’era del bronzo (!!!). Ciò rende l’intera area uno dei ‘luoghi sacri’ più antichi d’Europa. Durante il cristianesimo la chiesa ha visto varie modifiche per arrivare fino alla sua conformazione attuale, decisamente imponente. Purtroppo il restauro in stile barocco del 1742 ha visto la demolizione di gran parte dell’impianto originario. Ciononostante la chiesa mantiene un suo fascino particolare. Quello che ho preferito ? Lo scorcio del campanile, ammirato dalle vie limitrofe. Anche l’ampio Sagrado permette poi di realizzare degli scatti interessanti. Una curiosità : la chiesa ospita diverse opere di Giuseppe Sanmartino (l’autore del Cristo Velato che abbiamo ammirato a Napoli) e un imponente organo a canne.

Spiaggia Cala Porta Vecchia

Proseguendo lungo la strada , che ora prende il nome di Via Argento, vedrete presto il panorama aprirsi : siete arrivati sulla costa. Riconoscerete immediatamente una piccola spiaggia caratterizzata da un mare incredibilmente cristallino ed una presenza vivace durante i mesi estivi. Parliamo di Cala Porta Vecchia, il mare dei Monopolitani, un luogo storico che non può mancare in nessuna guida di Monopoli. A mio avviso una delle spiagge urbane tra le più belle di Puglia. Ovviamente impraticabile in alta stagione, il panorama che regala è decisamente gradevole, anche solo per fare qualche foto. La nostra passeggiata – se non vorrete rimanere qualche ora al mare – può proseguire lungo la costa

Via San Vito, Largo San Salvatore, Lungomare Santamaria

Il lungomare di Monopoli

I tre toponimi che danno il nome a questo paragrafo sono le strade che dovrete seguire. In realtà sono una la prosecuzione dell’altra e vi permettono di girare lungo tutto il perimetro più esterno della città vecchia, regalandoci scorci splendidi fatti di candido bianco, scogliere, rumore del mare. Arriveremo ben presto al Bastione Santa Maria, un tempo vero terrore di tutti i nemici della città : un punto fortificato davvero inattaccabile. Oggi invece meta di turisti per scatti fotografici molto instagrammabili. Qui il rumore del mare produce una eco molto particolare apprezzabile scendendo a livello dell’acqua. Dopo secoli di guerre e sangue, questo luogo sembra andato ‘in pensione’ e regala momenti di vero relax.

Castello di Carlo V

Il castello

Proseguendo nella nostra passeggiata arriviamo infine alla fortificazione per eccellenza : il Castello di Carlo V. Questa piccola roccaforte ha la particolare caratteristica di essere circondata dal mare su tre lati. Edificata nel 600 su un punto già fortificato (a fianco sorge una delle porte di accesso della città), oggi ospita un museo archeologico.

Il Porto antico di Monopoli

Monopoli : la guida

Sempre seguendo la strada arriveremo infine al Porto antico di Monopoli (detto anche Porto Vecchio). Il Porto è antico davvero, siamo in quello che è stato accertato come punto più antico della città. Sebbene la presenza Messapica sia stata accertata e ne colloca la datazione al IX secolo avanti Cristo, si suppone che addirittura in precedenza la zona potesse essere già abitata ed interessata da scambi con i Micenei (il che collocherebbe le origini di Monopoli più indietro di almeno altri seicento anni). Indipendentemente da questo, il luogo ha un suo fascino particolare, così come lo ha vedere oggi tanti pescatori con le loro barche e pensare che – di fatto – la loro attività procede indisturbata da oltre duemila anni(!!!). Abbiamo raggiunto così il limite nord del centro storico di Monopoli

Una passeggiata per i vicoli

Passeggiando per Monopoli

Adesso però è giunto il momento di lasciarsi liberi, non curatevi troppo di trovare l’itinerario tra i miei consigli, piuttosto tornate indietro fino alla porta del castello ed imboccate uno dei tanti vicoli che troverete davanti (Via Orazio Comes, Via Santa Maria..) . E passeggiate, tra scorci meravigliosi dove fanno capolino piante rigogliose, piccole botteghe e piccole strutture ricettive piene di fascino. Ascoltate le chiacchiere delle persone del posto e godetevi il momento. Quando vi verrà fame…passate pure al punto seguente

Monopoli e le sue 99 Contrade

Se finora vi ho parlato del cuore di Monopoli, ora ci spostiamo invece nella sua parte più periferica, fatta da 99 (in realtà 95) contrade. Ogni contrada è legata (o lo era) a monumenti, luoghi storici, antiche masserie. Sono proprio le antiche masserie i punti più interessanti che può valere la pena visitare, se avrete voglia di spingervi in queste campagne ricche di olivi e mandorli.

La Masseria Caramanna

Probabilmente la più imponente e antica di Monopoli ; questa masseria dal colore rosa sembra avere origini addirittura ai tempi dei longobardi. Il suo nome infatti – nelle antiche lingue longobarde – significa Lanciere.

Masseria Spina Grande

Altra affascinante masseria, con una caratteristica particolare. Vicina al mare, è rivolta verso la montagna. Caratterizzata da splendide volte a botte ed una chiesina antica del 1700.

 

Le Spiagge di Monopoli (e dintorni)

Oltre alla spiaggia di Cala Porta Vecchia, della quale vi ho parlato prima, Monopoli vanta diverse calette una più bella dell’altra, che possiamo trovare subito fuori dal centro abitato. Ve le elenco a partire da quelle che si trovano più a nord della città, per passare poi a quelle più a sud. In tutto ne ho selezionate dodici. Avete l’imbarazzo della scelta..!

Cala Corvino

La prima spiaggia di Monopoli, vicino al confine con il territorio di Polignano a Mare. La zona è prevalentemente a pagamento. Meravigliose le grotte situate poco più a nord, in particolare la Grotta delle Sirene

Cala Monaci

Più difficile da raggiungere, ma di grande bellezza ; questa piccola cala offre una spiaggia di libero accesso. Dovrete però camminare attraverso un breve sentiero abbastanza dissestato

Cala Susca

Il mare di Monopoli

Subito fuori dalla città questa spiaggia libera è abbastanza piccola, ma oltre ad essere particolarmente bella vanta un comodo e strategico parcheggio a due passi.

Cala del Pantano

Altra spiaggia di comodo accesso anche con la macchina, però a pagamento

Calette del Clio

Un minuscolo accesso al mare quasi su strada, a ridosso della scogliera artificiale del Porto di Monopoli.

Cala Cozze

La prima spiaggia a sud della città : deve il suo nome alla ricchezza – soprattutto in passato – di cozze sugli scogli.

Porto Bianco

Il primo dei porti ‘colorati’ di Monopoli. Spiaggia libera e acqua splendida, una delle mete preferite dai ragazzi del posto, vista anche la quantità di locali nelle vicinanze

Porto Rosso

Altra spiaggia particolarmente bella, una parte accessibile gratuitamente ed una a pagamento.

Porto Nero

Vicinissima a Porto Rosso, si può raggiungere camminando su una strada sterrata di facilissimo accesso. Anche Porto Nero vi regalerà acque trasparenti e scorci indimenticabili

Porto Verde

Ultimo dei porti ‘colorati’, è caratterizzato anche dalla presenza di una grotta omonima accessibile anche a  nuoto.

Lido Colonia e Porto Camicia

Vi segnalo infine questi due lidi a pagamento che offrono buona ristorazione, animazione e altri servizi a pagamento.

Monopoli : cosa mangiare (e cosa bere)

Riso Patate e Cozze

Monopoli (e questa zona della Puglia più in generale) offrono delle specialità enogastronomiche che vale davvero la pena provare. Vi racconto tutto quello che ho avuto la possibilità di assaggiare e che vi consiglio.

Tiella di Riso Patate e Cozze

Un piatto molto semplice, nel suo nome già vi racconta tutto. Quello che però ho trovato inaspettato è il suo gusto. Un vero piacere per il palato, fatto di consistenze interessanti ed un sapore molto ricco. E’ difficile spiegare un piatto senza assaggiarlo, quindi non posso che consigliarvi di provarlo (attenzione a non eccedere però, è abbastanza pesante).

Il Giambotto (o la Giambotta)

Altra prelibatezza del territorio, il Giambotto è una teglia di pesce cotto lentamente nel sugo e servito assieme a dei crostoni di pane. Un piatto molto semplice ma gustosissimo. Il suo segreto : la freschezza del pesce ed un sughetto molto saporito fatto di pomodoro, aglio e spezie.

Il baccalà fritto

Un piatto gustosissimo e che ritroviamo nella cultura di questa e di molte altre località di mare.

La burrata

Sebbene questa specialità casearia venga prevalentemente dalla città di Andria, è possibile trovarla in tutta la regione. Una mozzarella ripiena di stracciatella. Vera delizia per il palato (un po’ meno per il colesterolo…)

Un calice di Primitivo

Potrete accompagnare il vostro pasto con un buon bicchiere di Primitivo, un vino locale che non ha bisogno di presentazioni, celebre in Italia e nel mondo. Cercate di assaggiare qualche etichetta locale e non troppo commerciale, troverete una differenza notevole in termini di gusto e persistenza.

Monopoli : dove dormire

I vicoli di Monopoli

Per un soggiorno che sia una vera e propria esperienza, vi consiglio di soggiornare nel paese vecchio o nelle sue vicinanze. L’aria e l’atmosfera che si respira in questa parte di città è il cuore di qualsiasi visita a Monopoli. I facili accessi al mare poi vi consentiranno di alternare piacevoli passeggiate a rilassanti giornate sulla spiaggia.

Vedi tutti gli Hotel di Monopoli

Per vedere tutti gli Hotel di Monopoli aggiornati in tempo reale clicca qui 

Quando andare

Se anche voi temete il caldo come me, come per tutte le destinazioni di mare vi consiglio di visitare Monopoli da Aprile a Luglio e da Settembre a Novembre. Se invece siete tipi da spiaggia, potrete soggiornare piacevolmente anche durante il mese di Agosto.

Come arrivare

Monopoli è facilmente raggiungibile in auto, in treno ed in autobus.

Raggiungere Monopoli in auto

Se venite da Nord, a Bari prendete la SS16 in direzione Polignano a Mare, Monopoli è il comune subito dopo. A volte questa statale è teatro di incidenti piuttosto brutti che finiscono per bloccarne la viabilità. Se ciò dovesse accadere, uscite al primo svincolo disponibile e proseguite con i percorsi alternativi (più lunghi, ma eviterete il traffico e potrete ammirare tante altre piccole località). Venendo da sud, la strada migliore è la E55 che passa per Fasano (e comincia a Brindisi).

Raggiungere Monopoli in treno

Monopoli ha la sua stazione (nemmeno troppo lontana dal centro storico). Conviene ovviamente arrivare a Bari e da qui prendere uno dei tanti treni locali che passano con frequenza. Attenzione però agli spostamenti di domenica, dove i treni disponibili sono meno.

Raggiungere Monopoli in autobus

Diverse compagnie permettono di raggiungere Monopoli in autobus, solitamente lo ‘scalo’ più vicino dove prendere la coincidenza è sempre Bari (se venite da nord). Venendo da Sud potrete scegliere Fasano o Brindisi, a seconda della compagnia di autobus prescelta.

Una curiosità su di noi a Monopoli

Quello a Monopoli è stato uno dei primissimi viaggi fatti quando avevamo scoperto che presto saremmo stati in tre. Quel giorno eravamo davvero stanchi ma davvero tanto felici 🙂

Tag