fbpx

La Sardegna è una terra splendida, amata tanto dagli italiani quanto – soprattutto – dagli stranieri. Spesso ci si innamora della Sardegna per le sue spiagge più famose (Porto Rotondo e Porto Cervo). Questa regione ha però molto di più da offrire. Nel 2017 contiamo di realizzare diversi speciali dalla terra degli Shardana ; nel frattempo vogliamo condividere con voi alcune curiosità ed informazioni che vi saranno utili per i prossimi viaggi.

La Sardegna ha delle montagne splendide

Il mare è bello, ma le montagne che potrete trovare, visitare ed ammirare nel centro di questa regione sono davvero uniche. Gli amanti del trekking troveranno qui delle location che non hanno nulla da invidiare alle Alpi. Il contatto con la natura in queste zone selvagge è davvero unico. Rimanendo in silenzio si può davvero sentire il respiro della terra. Il massiccio del Gennargentu offre anche splendidi laghi, come quello di Gusana.

Un’esperienza davvero unica che consigliamo soprattutto a chi vive in città e deve fronteggiare ogni giorno lo smog cittadino. I vostri polmoni vi ringrazieranno senz’altro. L’unico inconveniente – incredibile – è che al ritorno a casa vi accorgerete di quanto le città mandino cattivi odori.

La flora – in Sardegna – è unica al mondo

Sembra incredibile, ma la biodiversità di questa terra è davvero unica. Lo sapete che molte piante che potrete trovare qui non si trovano in tutto il resto d’Italia, da nord a Sud ? Parliamo di oltre quaranta specie differenti, dal Ribes di Sardegna allo Zafferanetto, con i suoi splendidi fiori viola. O il Nontiscordardimé di Soleirol, giusto per citarne alcuni tra i più belli.

Queste piante vengono poi utilizzate per prodotti cosmetici ed alimentari unici. Per chi ama i liquori, ad esempio, i prodotti Sardi hanno un carattere particolare ed unico che permette sempre di riconoscerli. Ma andateci piano!

La Sardegna è piena di luoghi magici

Basti pensare a Burgos, il celebre centro nel cuore del sassarese dove sorge un magnifico castello abitato – a quanto pare – da un fantasma. O magari a Sa Coveccada, il luogo dove è stato rinvenuto un dolmen di origini talmente antiche che persino la scienza non è ancora concorde sulla sua reale origine. L’unica certezza è che si tratta di uno dei dolmen più importanti al mondo. Se desiderate visitarlo anche voi, dirigetevi verso Mores, nella provincia di Sassari. Può essere utile avere una cartina con voi.

Ogni anno Sa Coveccada è meta di tantissimi studiosi e viaggiatori (non ci sentiamo di definirli turisti), che si avventurano nell’ hinterland sardo e – tra strade di campagna e lunghe attese dietro greggi che bloccano il passaggio – cercano a loro modo di farsi un’idea su questa costruzione misteriosa ed affascinantissima.

La Sardegna si raggiunge (meglio) via mare

Vi consigliamo vivamente di raggiungere questa splendida terra a mezzo traghetto, perchè anche il tragitto sarà parte integrante del viaggio, permettendovi di fare amicizia con molte persone e – soprattutto – ammirare il mare e l’Isola che un po’ alla volta, lentamente, si avvicina. I traghetti per la Sardegna sono continui e permettono di risparmiare parecchio rispetto all’aereo, regalandovi emozioni di gran lunga migliori.

Se opterete per un traghetto nelle ore serali, potrete gustarvi anche il tramonto sul mare ed il fascino della luna riflessa nell’acqua. Un vero spettacolo.

La Sardegna è ospitale

Non date retta a quanti raccontano che il popolo Sardo non sia ospitale. Tutt’altro. Tutte le volte che sono stato in Sardegna ho trovato persone amichevoli e pronte a rendere la mia esperienza splendida. Quello che occorre in questa terra – come ovunque andrete nella vostra vita – è il rispetto per i luoghi che si visitano. I Sardi infatti amano moltissimo la loro terra e faranno sempre tutto per difenderla (turisti non rispettosi..siete avvisati).