Subiaco, tra storia Benedettina, natura e buon cibo

by

Spesso per viaggiare utilizziamo i giorni festivi. Così è stato anche per il nostro primo tour a Subiaco, dove siamo arrivati nel primo pomeriggio di una Domenica di Aprile. Il paese è tenuto veramente molto bene e ci ha accolto, subito subito con il suo splendido ponte, che attraversa il fiume Aniene. (Se ci seguite su Facebook sicuramente avrete visto la foto che ha ricevuto centinaia di Mi Piace).

Fermarsi era d’obbligo per raccontare la bellezza davanti ai nostri occhi. Un ponte medioevale tenuto molto bene. Ed un paese che non è da meno. Credetemi non è poco per una località che deve la sua fama prevalentemente per le chiese ed i Monasteri Benedettini che vi si trovano. Subiaco non si è limitata a curare i propri gioielli, ma ha un territorio tenuto ottimamente anche quando sei lontano dalle mete turistiche principali.

Subiaco : cosa vedere

Il ponte di San Francesco 

Si incontra arrivando (o uscendo, a seconda della vostra provenienza). Questo ponte sul fiume Aniene è pieno di fascino. Ottima location per qualche foto con i vostri cari o soltanto per fermarsi a meditare ascoltando lo scorrere dell’acqua. Tenuto molto bene.

La cascata di San Benedetto

Un lago segreto con una bellissima cascata, raggiungibile attraverso una strada isolata ed una camminata a piedi in un bosco. Cosa potevamo chiedere di meglio dalla nostra visita di Subiaco ? Ed eccoci così a camminare lungo questo piccolo sentiero tra boschi verdissimi, seguendo il corso del torrente. Fino ad arrivare alla cascata, uno spettacolo naturale che mai ti immagineresti essere a meno di un’ora da Roma. E allora capisci che non c’è Ponte o Monastero che possa equiparare la bellezza che riesce a regalarti la natura. E che forse l’uomo riesce a realizzare cose interessanti solo quando si integra con l’ambiente circostante.

Subiaco, il bivio per arrivare alle cascate

In questa mappa trovate indicato il bivio, piuttosto nascosto, da seguire per arrivare alle Cascate di Subiaco sulla Strada Provinciale 45 A. Seguite la strada fino a che non raggiungerete una radura con indicato un sentiero per raggiungere le cascate.

[google_map_easy id=”6″]

Santa Scolastica

Il più classico dei Monasteri Benedettini. Geometrico, splendidamente medioevale, ben curato. L’organizzazione di questo posto è davvero…benedettina. Una meta interessante, quasi dovuta.

Il Sacro Speco

Il nostro monastero preferito. In questo Monastero si percepisce davvero l’introspezione della fede. Oltre alla celebre raffigurazione di San Francesco quando era ancora Frate, lasciatevi stupire da come questo intricato monastero è stato scolpito nella roccia.

Subiaco : dove mangiare

Pasticceria Antichi Sapori Panzini

Dopo questa splendida passeggiata…c’è venuta fame (noi abbiamo sempre fame!) e così ci siamo fiondati nella pasticceria che si trova vicino al Ponte di San Francesco per un rapido aperitivo. Ho perso il conto di quante volte ci siamo fatti portare nuovamente l’eccellente biscotteria, affogata in tanto di quel tè che non avete idea. Eccezionale davvero, a prezzi modici. Indirizzo : Via Cesare Battisti 34 Subiaco. Telefono : 077483299

Subiaco : gallery immagini

 

Un commento su “Subiaco, tra storia Benedettina, natura e buon cibo”

Lascia un commento