Val di Chiana, la guida

| | ,

La prima Toscana che ho conosciuto in età adulta è stata proprio la Val di Chiana. Era il 2007, avevo poco più che 20 anni ed assieme a Veronica cominciavamo a farci i nostri primi weekend fuori. Già amavo moltissimo girare per l’Italia, ma quelle erano le prime volte che – alla guida – mi spingevo fuori dalla mia regione in autostrada.

Quello che mi colpì subito della Val di Chiana erano i suoi spazi, sterminati. Ed il colore oro dei campi, intervallati da montagne e colline dove borghi – bellissimi – sembravano adagiati da tempo immemorabile. Tra l’altro fu anche la prima volta che andai in un outlet in vita mia !  Ma andiamo con ordine e iniziamo questa guida della Val di Chiana

 

La storia della Val di Chiana (in breve, anzi brevissimo)

Val di Chiana : origini del nome

Cosa Vedere

Dove Dormire

Quando andare

Come andare in Val di Chiana

Val di Chiana : la storia in breve (anzi, brevissimo)

 

Questa vasta pianura di origine alluvionale era abitata già in era preistorica, come testimonia il ritrovamento del Cranio dell’Olmo vicino ad Arezzo. Fu un importante centro Etrusco, prima di passare nelle mani dei Romani. Qui i Romani commisero uno degli errori più grandi della loro lunga storia : deviando il corso del Fiume Paglia – infatti – condannarono la Valle a diventare una vera e propria palude. Immensa. Fino al dominio Fiorentino dei Medici che – nel giro di un secolo – riuscirono a bonificare la zona. La zona fu teatro di aspre battaglie con lo Stato Pontificio e questo portò alla divisione del territorio tra Val di Chiana Romana (dipendente dall’Umbria) e Val di Chiana Toscana. Durante il periodo delle Guerre Risorgimentali tutto il territorio confluì nel neonato Regno d’Italia.

Val di Chiana : perchè si chiama così ?

La Val di Chiana deve il suo nome all’antico fiume di Chiani (Cianis). La particolarità di questo fiume è che – nel corso della storia per i continui stravolgimenti del territorio- arrivò ad invertire il suo corso originario andandosi a gettare nell’Arno anziché nel Tevere come accadeva originariamente.

Val di Chiana : cosa vedere

La Val di Chiana andrebbe girata, vissuta e respirata metro per metro. Ovviamente però il tempo è sempre tiranno e – quindi – vi segnalo alcune delle mete imperdibili di questa meravigliosa valle

Arezzo

Oltre ad essere un capoluogo, Arezzo è la capitale storica della Val di Chiana (che – lo ricordiamo – è anch’essa una regione storica). La città si sviluppa in un territorio ricco di piccole colline. Non deve quindi stupire quindi il frequente dislivello che si può incontrare, muovendosi tra le zone della città.

Il centro storico – la zona nei pressi del Duomo, per intenderci, è probabilmente quella più impegnativa da visitare a piedi. Ma al tempo stesso anche la più bella. Le origini della città sono antichissime. I primi insediamenti umani ad Arezzo risalgono al Neolitico. Fu città Etrusca prima, Romana poi. E fu territorio della famosissima Battaglia di Campaldino.

Arezzo

Per la storia di Arezzo però vi rimando alla nostra guida dedicata alla città di prossima pubblicazione. In questa sede mi limito a segnalarvi i monumenti più belli : il Duomo, La Chiesa di San Domenico, la Basilica di San Francesco, Santa Maria della Pieve e la Chiesa di Sant’Ignazio per quanto riguarda i monumenti religiosi. La Fortezza Medicea, Villa Wanda, la Casa del Vasari e la Casa del Petrarca per quanto riguarda l’architettura civile.

Castiglion Fiorentino

A Sud di Arezzo troviamo questa meravigliosa città (mi piacerebbe chiamarla borgo, ma le sue dimensioni lo rendono impossibile). Ammirando da lontano lo skyline di Castiglion Fiorentino riconoscerete facilmente due delle sue attrazioni più belle : la torre del Cassero, costruita del 1300 e la meravigliosa Collegiata di San Giuliano.

Ovviamente Castiglion Fiorentino ha molto altro da offrire sia a livello di Architettura Religiosa (Chiesa di San Francesco, Pieve di San Giuliano, Chiesa di Sant’Agostino, Chiesa del Gesù) sia a livello di architettura civile (Palazzo Comunale, Pinacoteca Comunale, Logge del Vaasari, Castello di Montecchio Vesponi, Castello della Montanina). Una curiosità su Castiglion Fiorentino : qui è nato il celebre attore Roberto Benigni.

 

Cortona

Val di Chiana , la guida

Proseguendo verso sud troviamo un altro gioiello della Val di Chiana : Cortona, che adagiata su di una collina domina la zona centrale della Val di Chiana. Dopo aver parcheggiato la macchina fuori dalle mura del centro storico, preparatevi ad una ripida salita per arrivare nel cuore del centro storico.

Cortona : Val di Chiana

Qui vi attende una splendida passeggiata – in piano – lungo il corso xx. Rimarrete stupiti dalla bellezza di questo borgo, così come rimarrete stupiti dal numero di ristoranti impressionante che vanta questa città. Uno più buono dell’altro. Da non perdere : Il Duomo di Cortona, la Basilica di Santa Margherita, la Chiesa dello Spirito Santo, la Chiesa di San Benedetto, il Palazzo Comunale, Il Teatro Signorelli.

Una curiosità anche su Cortona : è la città natale di Lorenzo Cherubini – in arte Jovanotti. E se non sbaglio vive qui.

 

Foiano della Chiana

Foiano

Scendendo dalle colline ci immergiamo nel territorio che più propriamente definiamo Val di Chiana. La splendida vallata è attraversata da strade antiche, dove spesso è possibile trovare delle meravigliose ville storiche, le cosiddette Leopoldine. Il nome – legato a Lepoldo I – identifica le meravigliose case coloniche disseminate in questo territorio splendido, edificate tra il XVIII ed il XIX secolo. Facendoci strada tra tanta bellezza arriviamo a Foiano della Chiana, piccola gemma dove ho avuto il piacere di mangiare – in un ristorante locale – una gustosa tagliata di Chianina ; la pregiata carne locale amata ed esportata in tutto il

Oltre a questo – e credetemi non è poco – Foiano ha anche un patrimonio artistico ed architettonico di assoluto rispetto. Bella la Torre Civica, che riuscirete a scorgere già da lontano – ed altrettanto bella (direi quasi sorprendente) la Chiesa della Santissima Trinità. Vista dall’esterno infatti questa chiesa è molto semplice. Eppure all’interno rivela una maestosità ed armonia che ha pochi eguali. Vedere per credere.

Ricorderete poi che vi avevo parlato di un Outlet : si tratta del Val di Chiana Outlet Village, che rimane proprio vicino a Foiano della Chiana. Ideale per un po’ di shopping tra una passeggiata e l’altra.

Monte San Savino

Monte San Savino

Terminiamo questa carrellata dei borghi più belli della Val di Chiana con un paese al quale sono molto legato. Era il 2012 e tornavamo da Thiene, assieme a Veronica ed alcune nostre amiche. Eravamo stanchi dopo ore di viaggio e decisamente affamati. Ci fermammo proprio a Monte San Savino (vicinissimo all’A1).

Guida alla Val di Chiana

Fu una serata molto piacevole tra relax e buon cibo. Difficile mangiare male in Val di Chiana. Anche in questo caso, però, il borgo ha molto altro da offrire. A partire dallo splendido Palazzo di Monte, con i suoi giardini Pensili, alle Logge dei Mercanti, fino alla Chiesa dei Santi Tiburzio e Susanna.

Val di Chiana : dove dormire

 

Ricordo di aver soggiornato in Val di Chiana almeno 11 volte (ma credo siano di più). Mi sono sempre trovato bene ovunque. Vi consiglio di scegliere il vostro Hotel in base alle zone che più vi interessa visitare. Nella mappa qui sotto potete vedere tutti gli Hotel della zona con prezzi e possibilità di prenotazione immediata in pochi click


Booking.com

Val di Chiana : quando andare

Più che dirvi quando andare, dovrei chiedervi : che tipo di atmosfera volete vivere ? La Val di Chiana è bella sempre. Se amate l’inverno, il clima rigido e le cime innevate a far da contrappunto a cioccolate calde e cibo ‘importante’, potrete scegliere il periodo della stagione autunnale o invernale che preferite.

Val di Chiana : Cortona

Differentemente , se siete amanti delle stagioni più calde, sappiate che qui si respira una splendida primavera. Anche i mesi più caldi in Val di Chiana diventano sopportabili ; in questo caso potrete ‘ritirarvi’ sulle sue cime (ad esempio soggiornando a Cortona).

Val di Chiana : come arrivare

Se avete voglia di visitare la Val di Chiana muovendovi da una zona all’altra, la soluzione più pratica è ovviamente l’auto, ma non è l’unica. Potreste ad esempio optare per il treno fino ad Arezzo e – dopodiché – optare per spostamenti in autobus o bicicletta. Il territorio – per le sue costanti variazioni – è molto piacevole per gli amanti delle due ruote e mai troppo impegnativo.